Risorse per webmaster

L A   C O M U N I T À   V I R T U A L E   I T A L I A N A   P E R   W E B   M A S T E R S

 
 

      Tecnologie
 
      Grafica
 
      Servizi
 
      Raccolte
 
      Recensioni
 
      Analisi
      E-LEARNING
      E-MARKETING
      MOTORI
      DOMINI
      VENTURE
      E-COMMERCE
 
      Disclaimer

   Per tutti
 
  .: Magazine
  .: Editor
  .: Appunti
  .: Gratis
  .: Scripts
  .: Components
 
   Home page

Partner
Magazine di tecnologie
Magazine di viaggio e turismo
Magazine di musica e spettacoli
Negozio di Informatica
Basilicata turismo
Food e territori
Agenzia di comunicazione turistica e Digital PR

Livello di difficoltà:Livello di difficoltà: basso  
Un sito Web non è solo la creazione tecnica di documenti Html, Asp o altre tecnologie. E' un insieme di risorse ed energie che solo se calibrate e sfruttate al massimo danno il migliore risultato. La promozione di un sito Web, è una di queste risorse.
 

Leggerezza delle pagine Web [2/4]

Analisi sull'e-marketing
Fin'ora abbiamo visto il lato teorico della creazione di pagine Web rapidamente scaricabili. Esistono naturalmente delle soluzioni pratiche che l'esperienza può affinare. Vediamo insieme quali trucchi segue Risorse.net:

<1a> Il primo oggetto che deve essere leggero da scaricare, è naturalmente la pagina Html (fungibile con Asp, Php ecc.). Lo sforzo del Web master deve concentrarsi nella creazione di ogni signolo documento. Sarebbe bene quindi evitare l'utilizzo di tags inutili e lo spreco di righe di codice. I puristi dell'Html, hanno fatto scuola in questo senso e l'immancabile editor di testi (Blocco note per fare un esempio) è attualmente lo strumento migliore per la pulizia del codice. Al contrario, gli editors Wysiwyg (What you see is what you get, ciò che vedi è ciò che ottieni) sono i peggiori nemici nella creazione di pagine Html veloce da scaricare.

<1b>E' preferibile utilizzare i Css esterni (si veda la relativa guida su questo sito) per la gestione dello stile delle pagine. Per citare un esempio, è inutile ripetere in ogni occasione:

<P><FONT FACE="ARIAL" SIZE="2" COLOR="#C0C0C0">testo della pagina

Quando con un semplice Css esterno è possibile specificare:

p,td { font-family:arial; font-size:10pt; color:c0c0c0 }

Il Css esterno, ha inoltre il vantaggio di rimanere nella cache dell'utente ed essere quindi velocemente richiamato nel proseguo della navigazione all'interno delle pagine.

<1c> E' bene dosare con cura l'utilizzo di script sia client che server side. Per esempio un'interazione con l'utente per la verifica di un modulo (i cosidetti <FORM>; si visiti la guida a Html) è bene progettarla con un semplice Javascript, piuttosto che scomodare una richiesta al server.
Javascript comunque, vista la sua semplicità, può portare un Web master alle prime armi, a banali errori sistematici, come l'inserimento di alcuni scripts che oltre a risultare perfettamente inutili per le finalità del sito, non fanno altro che appesantire il caricamento dello stesso. E' il caso di ripetuti effetti di scrolling su testo, immagini e sfondi (passi uno, ma due, tre o più), pesanti animazioni all'entrata del sito Internet, ingombranti immagini che seguono il mouse ecc. Con questo, non vogliamo assolutamente consigliare di eliminare l'utilizzo di Javascript, ma di calibrarne ed ottimizzarne il suo utilizzo.

<1d> Cerca inoltre di eliminare quegli attributi che vengono sottointesi dal browser. Queste specifiche sono innumerevoli ed anche in questo caso, solo l'esperienza nell'editazione diretta del codice Html può venirti in aiuto. Noi possiamo solo citarti qualche esempio per comprendere meglio ciò che vogliamo spiegare. Inutile quindi utilizzare

<TABLE BORDER="0">

Quando, è possibile abbreviare il tutto con:

<TABLE>

L'attributo BORDER="0" infatti, è superfluo, in quanto di default. Esistono molti altri casi (<P ALIGN=LEFT>, </P>, SIZE=3 nel tag <FONT> ecc.). Nella guida ad Html di Risorse.net, ogni attributo viene esplicitato nella sua completezza e viene riportato anche il caso in cui un determinato valore viene assunto come default.

<1e>Ai casi appena citati, fanno eccezione gli attributi WIDTH e HEIGHT del tag <IMG>. E' infatti importante definire le dimensioni verticali ed orizzontali delle immagini che pubblichiamo. Questo perché durante il caricamento della pagina, l'immagine è uno degli ultimi oggetti a venire visualizzati e quindi, nel caso in cui fossero già presenti le sue dimensioni, il layout degli altri elementi che la circondano, non verrebbe stravolto all'apparire dell'immagine. Il browser quindi, dispone il testo tenendo già in considerazione le sue misure.

<1f> Cerca di ridurre al minimo indispensabile i commenti al codice Html (i famosi tags <!-- e --> o <COMMENT></COMMENT>). Lascia solo quelli che ritieni necessari per successivi aggiornamenti alla pagina. Stessa cosa vale per i commenti della sintassi Javascript, Css e Vbscript.

Pagina successiva ->
Clicca per proseguire nella lettura dell'articolo

<- Pagina precedente
Clicca per tornare alla prima parte dell'articolo
 

 
 
Home > e-marketing > ...   © 1999-2018 Risorse.net, tutti i diritti riservati