Risorse per webmaster

L A   C O M U N I T À   V I R T U A L E   I T A L I A N A   P E R   W E B   M A S T E R S

 
 
      Tecnologie
      HTML
      CSS
      DHTML
      FLASH
      ASP
      PHP
      JSP
      PERL
      XML
      SMIL
      WIRELESS
      PALMARI
      APACHE
      MYSQL
      PICOSQL
 
      Grafica
 
      Servizi
 
      Raccolte
 
      Recensioni
 
      Analisi
 
      Disclaimer

   Per tutti
 
  .: Magazine
  .: Editor
  .: Appunti
  .: Gratis
  .: Scripts
  .: Components
 
   Home page

Partner
Comunicati stampa
Proposte di viaggio
Prenotazione hotel
Prenota vacanze
Accessori palmari
Cerca alberghi
Guide turistiche

versione stampabile Mostra una versione adatta per la stampa  

Livello di difficoltà:Livello di difficoltà: alto  
Il Perl, acronimo di Pratical extraction and report language, è diventato tanto popolare in Rete perché è il linguaggio più utilizzato per la creazine di programmi Cgi residenti su server Http. Può essere sfruttato sia su Web servers Apache che Iis.
 

Argomenti su riga di comando e variabili di ambiente

Guida a Perl
In molti casi può essere utile passare dei parametri sulla linea di comando al nostro script Perl. I parametri vengono immagazzinati automaticamente nell'array @ARGV: come per ogni altro array $#ARGV indica l'indice dell'ultimo elemento dell'array.

Supponiamo ad esempio di voler scrivere una versione molto semplificata del comando grep di UNIX. Ciò che vogliamo realizzare è uno script che stampi in output le righe dei file di testo della directory corrente che contengono la stringa passata come argomento al programma stesso. Quella che segue è una delle possibili implementazioni di questo programma:

#!/usr/local/bin/perl
# grep.pl: versione semplificata di grep
$ARGV[0] || die "Non e' stato specificata la stringa da cercare\n\n";
@file = `ls -1`;
chop(@file);
foreach $file (@file) {
-T $file || next;
open(IN, "< $file") || next;
while ($r = <IN>) {
$r =~ /$ARGV[0]/ && print "$file: $r";
}
close(IN);
}

L'esempio precedente è sicuramente sovradimensionato per illustrare l'uso dell'array @ARGV, ma può essere utile per richiamare vari concetti visti in precedenza.

Un altro dato che spesso può risultare assai utile è costituito dalle variabili di ambiente, ossia quelle variabili impostate a livello di shell che possono essere utilizzate anche all'interno del programma Perl che le "eredita". Le variabili di ambiente sono memorizzate dall'interprete nell'array associativo %ENV; la chiave per indicizzare gli elementi dell'array è il nome della variabile stessa. Ad esempio la variabile $ENV{term} contiene il tipo di terminale utilizzato dall'utente; la variabile $ENV{path} contiene il path di ricerca delle applicazioni sul sistema dell'utente. Chiaramente impostando un valore nell'array associativo %ENV si imposterà una variabile d'ambiente ereditata anche dai processi richiamati dallo script Perl.

 

 
 
Home > perl > ...   © 1999-2017 Risorse.net, tutti i diritti riservati