Risorse per webmaster

L A   C O M U N I T À   V I R T U A L E   I T A L I A N A   P E R   W E B   M A S T E R S

 
 
      Tecnologie
      HTML
      CSS
      DHTML
      FLASH
      ASP
      PHP
      JSP
      PERL
      XML
      SMIL
      WIRELESS
      PALMARI
      APACHE
      MYSQL
      PICOSQL
 
      Grafica
 
      Servizi
 
      Raccolte
 
      Recensioni
 
      Analisi
 
      Disclaimer

   Per tutti
 
  .: Magazine
  .: Editor
  .: Appunti
  .: Gratis
  .: Scripts
  .: Components
 
   Home page

Partner
Magazine di tecnologie
Magazine di viaggio e turismo
Magazine di musica e spettacoli
Negozio di Informatica
Basilicata turismo
Food e territori
Agenzia di comunicazione turistica e Digital PR

versione stampabile Mostra una versione adatta per la stampa  

Livello di difficoltà:Livello di difficoltà: alto  
Il Perl, acronimo di Pratical extraction and report language, è diventato tanto popolare in Rete perché è il linguaggio più utilizzato per la creazine di programmi Cgi residenti su server Http. Può essere sfruttato sia su Web servers Apache che Iis.
 

Argomenti su riga di comando e variabili di ambiente

Guida a Perl
In molti casi può essere utile passare dei parametri sulla linea di comando al nostro script Perl. I parametri vengono immagazzinati automaticamente nell'array @ARGV: come per ogni altro array $#ARGV indica l'indice dell'ultimo elemento dell'array.

Supponiamo ad esempio di voler scrivere una versione molto semplificata del comando grep di UNIX. Ciò che vogliamo realizzare è uno script che stampi in output le righe dei file di testo della directory corrente che contengono la stringa passata come argomento al programma stesso. Quella che segue è una delle possibili implementazioni di questo programma:

#!/usr/local/bin/perl
# grep.pl: versione semplificata di grep
$ARGV[0] || die "Non e' stato specificata la stringa da cercare\n\n";
@file = `ls -1`;
chop(@file);
foreach $file (@file) {
-T $file || next;
open(IN, "< $file") || next;
while ($r = <IN>) {
$r =~ /$ARGV[0]/ && print "$file: $r";
}
close(IN);
}

L'esempio precedente è sicuramente sovradimensionato per illustrare l'uso dell'array @ARGV, ma può essere utile per richiamare vari concetti visti in precedenza.

Un altro dato che spesso può risultare assai utile è costituito dalle variabili di ambiente, ossia quelle variabili impostate a livello di shell che possono essere utilizzate anche all'interno del programma Perl che le "eredita". Le variabili di ambiente sono memorizzate dall'interprete nell'array associativo %ENV; la chiave per indicizzare gli elementi dell'array è il nome della variabile stessa. Ad esempio la variabile $ENV{term} contiene il tipo di terminale utilizzato dall'utente; la variabile $ENV{path} contiene il path di ricerca delle applicazioni sul sistema dell'utente. Chiaramente impostando un valore nell'array associativo %ENV si imposterà una variabile d'ambiente ereditata anche dai processi richiamati dallo script Perl.

 

 
 
Home > perl > ...   © 1999-2018 Risorse.net, tutti i diritti riservati