Risorse per webmaster

L A   C O M U N I T À   V I R T U A L E   I T A L I A N A   P E R   W E B   M A S T E R S

 
 
      Tecnologie
      HTML
      CSS
      DHTML
      FLASH
      ASP
      PHP
      JSP
      PERL
      XML
      SMIL
      WIRELESS
      PALMARI
      APACHE
      MYSQL
      PICOSQL
 
      Grafica
 
      Servizi
 
      Raccolte
 
      Recensioni
 
      Analisi
 
      Disclaimer

   Per tutti
 
  .: Magazine
  .: Editor
  .: Appunti
  .: Gratis
  .: Scripts
  .: Components
 
   Home page

Partner
Magazine di tecnologie
Magazine di viaggio e turismo
Magazine di musica e spettacoli
Negozio di Informatica
Basilicata turismo
Food e territori
Agenzia di comunicazione turistica e Digital PR

versione stampabile Mostra una versione adatta per la stampa  

Livello di difficoltà:Livello di difficoltà: alto  
Il Perl, acronimo di Pratical extraction and report language, è diventato tanto popolare in Rete perché è il linguaggio più utilizzato per la creazine di programmi Cgi residenti su server Http. Può essere sfruttato sia su Web servers Apache che Iis.
 

Intestazione di un programma

Guida a Perl
Abbiamo detto che il Perl è un linguaggio interpretato, quindi ogni script in Perl richiede di essere lanciato attraverso l'interprete per poter essere eseguito. Consideriamo il seguente esempio elementare, costituito da un'unica riga di programma:

print "Salve a tutti\n";

Innanzi tutto dovremo scrivere questo ``programma'' con un editor su un file di testo, quindi, una volta salvato il file su disco, ad esempio con il nome salve.pl, potremo passarlo all'interprete attraverso il comando[5]:

$ perl salve.pl
Salve a tutti
$ _


Questo comando comunica al sistema di lanciare l'interprete Perl e di passargli come input il contenuto del file salve.pl. L'output del programma viene visualizzato sul terminale dell'utente, quindi lo script termina e viene visualizzato nuovamente il prompt del sistema. La sequenza di controllo ``\n'' inserita alla fine del messaggio da stampare indica all'interprete di inserire un ritorno a capo (newline) in quella posizione.

Un modo più comodo per richiamare l'interprete Perl ed eseguire un certo script è quello di specificare direttamente nell'intestazione dello script il nome dell'interprete che dovrà eseguirlo. La sintassi da utilizzare è in questo caso quella consueta degli shell-script UNIX. Supponiamo ad esempio che l'interprete Perl sia il file /usr/local/bin/perl[6]; il nostro programmino potrà essere riscritto nel modo seguente:

#!/usr/local/bin/perl print "Salve a tutti\n";

La prima riga del file inizia con la sequenza ``#!'' (cancelletto e punto esclamativo) seguita dal nome dell'interprete che dovrà eseguire il programma. Affinché la shell UNIX possa eseguire lo script, dovranno essere impostati i diritti di esecuzione su questo file con il comando chmod.
Ad esempio, supponiamo di voler rendere eseguibile il nostro script per tutti gli utenti del sistema, consentendo anche a chiunque di leggere il contenuto del file, ma riservando il diritto di modificare lo script solo al proprietario del file stesso. Il comando da impartire sarà il seguente:

$ chmod 755 salve.pl
$ _


Per eseguire lo script a questo punto sarà sufficiente digitarne il nome:

$ salve.pl
Salve a tutti
$ _

 

 
 
Home > perl > ...   © 1999-2018 Risorse.net, tutti i diritti riservati