Risorse per webmaster

L A   C O M U N I T À   V I R T U A L E   I T A L I A N A   P E R   W E B   M A S T E R S

 
      Tecnologie
      HTML
      CSS
      DHTML
      FLASH
      ASP
      PHP
      JSP
      PERL
      XML
      SMIL
      WIRELESS
      PALMARI
      APACHE
      MYSQL
      PICOSQL
 
      Grafica
 
      Servizi
 
      Raccolte
 
      Recensioni
 
      Analisi
 
      Disclaimer

   Per tutti
 
  .: Magazine
  .: Editor
  .: Appunti
  .: Gratis
  .: Scripts
  .: Components
 
   Home page

Comunicati stampa
Proposte di viaggio
Prenotazione hotel
Prenota vacanze
Accessori palmari
Cerca alberghi
Guide turistiche


Livello di difficoltà:Livello di difficoltà: alto  
Php, acronimo di Hypertext pre processor, è una tecnologia server side che permette di programmare con i Web servers Apache. Il suo funzionamento è simile ad Asp di Microsoft con Iis, le pagine vengono compilate dal server ed inviate, come mero Html, al client.
 

Guida a Php

Hypertext preprocessor
Pubblicità

Note sui loop

Se state testando un programma e vedete che il tempo di caricamento è stranamente lungo, nella maggioranza dei casi si tratta di errori in qualche costrutto loop. È facile, soprattutto all'inizio, dimenticarsi per strada qualche parametro o l'incremento di un contatore; così la condizione rimane sempre vera e il loop diventa infinito (in realtà fortunatamente termina dopo un periodo di tempo che si può impostare nel file php.ini).
Il modo più veloce e semplice per fare il debug è inserire delle echo() prima e all'interno del loop in modo da monitorare il comportamento delle variabili. Si possono anche commentare le righe e scommentarle una ad una provando il comportamento del programma.

Per i newbie: che cosa si intende per commentare?
Si tratta dell'operazione di includere in commenti '//' o '/*... */' alcune parti del codice per evitare che vengano interpretate. In questo modo è possibile scoprire quale parte del programma contiene un bug.

Vero e Falso, i booleani

Una delle esigenze più comuni in un programma è quella di verificare se una certa condizione è vera oppure no; per esempio per vedere se due variabili sono uguali si usa l’operatore ‘==’: se $i == $c allora la condizione è vera, altrimenti è falsa. Allo stesso modo si può usare come condizione il valore booleano di qualsiasi variabile: numeri, stringhe, array e oggetti. Vediamo come funziona:

Valori numerici: 0 è FALSO, qualsiasi altro valore è VERO

$x = 1;
if($x)        // VERO
$x = 0;
if($x)        // FALSO

Stringhe: una stringa vuota ("") è FALSO, qualsiasi altro valore è VERO

$x = "Ciao";
if($x) // VERO
$x = "";
if($x) // FALSO

Attenzione: per le stringhe c’è una eccezione, lo zero

$x = "0";
if($x) // FALSO

Array: se è vuoto è FALSO, altrimenti è VERO

$x = array();
if($x) // FALSO
$x = array("a", "b", "c");
if($x) // VERO

Oggetto: FALSO se l’oggetto è vuoto (ovvero per esso non sono state definite né proprietà né metodi), VERO se altrimenti.

Class MioOggetto {}       // Questa classe è vuota
$x = new MioOggetto();
if($x) // FALSO
Class MioOggetto {
       var $x = 1;   // Questa variabile sarà valida solo all’interno di questa classe
}
$x = new MioOggetto();
if($x) // VERO

Il PHP rende disponibili anche due costanti booleane, TRUE e FALSE. TRUE equivale all’intero 1, FALSE equivale alla stringa vuota ("").

Attenzione! TRUE e FALSE sono due costanti, e per questo non sono case-sensitive: true, false, True e False funzionano lo stesso.

Per chi programma in Visual Basic:
Il PHP potrebbe confondervi un po’ le idee perché non è necessario dichiarare il tipo delle variabili e i tipi vengono assegnati automaticamente in base al contesto. Tenete solo a mente che 0 e "" sono falsi, tutto il resto è vero tranne che in rare eccezioni.



Indice | Pagina seguente >>



 
 
 
Home > php > ...   © 1999-2017 Risorse.net, tutti i diritti riservati