Risorse per webmaster

L A   C O M U N I T À   V I R T U A L E   I T A L I A N A   P E R   W E B   M A S T E R S

 
 
      Tecnologie
      HTML
      CSS
      DHTML
      FLASH
      ASP
      PHP
      JSP
      PERL
      XML
      SMIL
      WIRELESS
      PALMARI
      APACHE
      MYSQL
      PICOSQL
 
      Grafica
 
      Servizi
 
      Raccolte
 
      Recensioni
 
      Analisi
 
      Disclaimer

   Per tutti
 
  .: Magazine
  .: Editor
  .: Appunti
  .: Gratis
  .: Scripts
  .: Components
 
   Home page

Partner
Comunicati stampa
Proposte di viaggio
Prenotazione hotel
Prenota vacanze
Accessori palmari
Cerca alberghi
Guide turistiche

versione stampabile Mostra una versione adatta per la stampa  

Livello di difficoltà:Livello di difficoltà: medio  
picoSQL è un DBMS tutto italiano che consente l'archiviazione di dati. E' un database giovane ma molto promettente, che supporta subquery, store procedures, ODBC, JDBC e il classico linguaggio SQL.
 

Elementi del linguaggio

picoSQL: il database italiano
Riportiamo in questo paragrafo una lista degli elementi basilari del linguaggio SQL.

numeri
Un numero è una sequenza di cifre seguita opzionalmente da una parte decimale e opzionalmente preceduto da un segno negativo. Sono ammessi numeri in notazione esponenziale a base 10 posponendo la lettera E seguita dal valore dell'esponente. Sono numeri validi, per esempio:

523

-43.001

7.8E5

3.4E-3

stringhe
Una stringa è una qualsiasi sequenza di caratteri racchiusa tra apici singoli o doppi (SQL standard prevede solo apici singoli). Per inserire il carattere usato per racchiudere la stringa nella stringa stessa è sufficiente ripeterlo due volte. Le seguenti stringhe sono, per esempio, equivalenti:

"L'opera"

'L''opera'

sequenze di escape
Nel caso si voglia indicare dei valori non ascrivibili direttamente al gruppo dei numeri o delle stringhe, come per esempio le date, si può utilizzare una sequenza di escape che identifica il tipo in modo univoco. picoSQL usa le parentesi graffe per racchiudere questi valori. Le sequenze di escape riconosciute da picoSQL sono le seguenti:

{d 'AAAA-MM-GG'} per indicare una data;

{t 'oo-mm-ss.uuu'} per indicare un'ora del giorno;

{ts 'AAAA-MM-GG oo-mm-ss.uuu'} per indicare un'ora di un determinato giorno (timestamp);

valori letterali
Un qualsiasi valore stringa, numerico o definito con una sequenza di escape è detto valore letterale (literal).

parametri dinamici
Se si usa picoSQL da un linguaggio di programmazione, può accadere che certi valori di una query siano variabili e dipendenti dal contesto. Per questo motivo si può preparare una query al database usando il carattere punto interrogativo (?) al posto di un valore letterale. Ovviamente in questi casi è necessario fornire al database il valore voluto prima di eseguire la query tramite un'apposita funzione (SQLBindParameter).

identificatori
Un identificatore è un nome che identifica un elemento del database, come una tabella o un attributo di una tabella. Il nome deve iniziare con una lettera e può contenere lettere, numeri e caratteri di sottolineatura (_). Per picoSQL negli indentificatori le lettere minuscole sono equivalenti alle relative lettere maiuscole. Un identificatore non può coincidere col nome di una parola riservata.

separatori
Un comando SQL è formato da un certo numero di parole separate da caratteri particolari detti separatori. Un separatore può avere l'unico scopo di separare le parole oppure avere associato anche un altro significato. Fanno parte del primo tipo i caratteri spazio (ASCII 32), tabulazione (ASCII 9), ritorno carrello (ASCII 13) e nuova linea (ASCII 10). Fanno parte del secondo tipo i caratteri:

, ( ) < > . = * + - / ?

e le coppie di caratteri:

<> != >= <=
 

 
 
Home > picosql > manuale > ...   © 1999-2017 Risorse.net, tutti i diritti riservati