Risorse per webmaster

L A   C O M U N I T À   V I R T U A L E   I T A L I A N A   P E R   W E B   M A S T E R S

 
 
      Tecnologie
      HTML
      CSS
      DHTML
      FLASH
      ASP
      PHP
      JSP
      PERL
      XML
      SMIL
      WIRELESS
      PALMARI
      APACHE
      MYSQL
      PICOSQL
 
      Grafica
 
      Servizi
 
      Raccolte
 
      Recensioni
 
      Analisi
 
      Disclaimer

   Per tutti
 
  .: Magazine
  .: Editor
  .: Appunti
  .: Gratis
  .: Scripts
  .: Components
 
   Home page

Partner
Magazine di tecnologie
Magazine di viaggio e turismo
Magazine di musica e spettacoli
Negozio di Informatica
Basilicata turismo
Food e territori
Agenzia di comunicazione turistica e Digital PR

versione stampabile Mostra una versione adatta per la stampa  

Livello di difficoltà:Livello di difficoltà: alto  
Smil, il cui acronimo significa Synchronized multimedia integration language (linguaggio di integrazione e sincronizzazione per il multimediale) è legato a doppio file con Xml e viene, o meglio, verrà utilizzato per l'integrazione di files multimediali nelle pagine Web.
 

Le animazioni

Guida a Smil
Smil però, permette di personalizzare anche animazioni di immagini, grazie al Real Pix. Un documento Real Pix, ha estensione .rp e viene creato utilizzando il nostro tanto amato Notepad per Windows. Vediamo quindi di iniziare con il tag:

<imfl>
</imfl>

che racchiude l'intero sorgente markup.
Definito ciò, passiamo ad analizzare la testa del documento, che a differenza di molte delle altre specifiche Html/Xml, non possiede un corrispettivo marcatore di chiusura e quindi include nelle parentesi angolari la mitica forward slash:

<head/>

Inoltre, il tag è seguito da una serie di attributi che vedremo in dettaglio:

bitrate="10000" - la velocità con la quale deve essere trasferita l'immagine Jpeg (definita in bit per secondo).
duration="20" - come per Real Text, specifica la durata in secondi dell'animazione.
height="200" - l'altezza del file .jpg.
start="0" - al pari di Real Text, indica i secondi di attesa dopo i quali partirà l'animazione.
timeformat="dd:hh:mm:ss.xyz" - specifica uno standard per la misura del tempo. Il formato indica giorni:ore:minuti:secondi.millisecondi.
url="http://www.dominio.com/" - l'Url da dove si deve prelevare l'immagine.

Continuando la nostra analisi del file .rp, troviamo il tag:

<image/>

che identifica il file .jpg da manipolare e gli attribuisce una numerazione. Per esempio:

<image handle="1" name="foto_famiglia.jpg"/>
<image handle="2" name="foto_ragazza.jpg"/>

Il codice così scritto però, non specifica la durata dell'animazione e quindi smentisce le proprietà di Smil.
Ovviamente, esiste un marcatore adatto al nostro scopo, esso è:

<wipe/>

che ripetiamo, non avendo un corrispettivo marcatore di chiusura, contiene all'interno delle parentesi angolari la forward slash. Gli attributi che affinano questo tag sono:

direction="left|right" - indica la direzione della sequenza.
duration="4" - la durata dell'animazione.
start="5" - i secondi di attesa dopo i quali verrà avviata la sequenza.
target="2" - il numero delle immagini specificato precedentemente nell'attributo handle dell'ultimo tag <image/>.
type="push" - precisa il tipo di presentazione.

<- Pagina precedente
Clicca per tornare alla prima parte dell'articolo

Torna all'indice
Clicca per tornare alla pagina indice della guida
 

 
 
Home > smil > ...   © 1999-2018 Risorse.net, tutti i diritti riservati