Risorse per webmaster

L A   C O M U N I T À   V I R T U A L E   I T A L I A N A   P E R   W E B   M A S T E R S

 
 
      Tecnologie
      HTML
      CSS
      DHTML
      FLASH
      ASP
      PHP
      JSP
      PERL
      XML
      SMIL
      WIRELESS
      PALMARI
      APACHE
      MYSQL
      PICOSQL
 
      Grafica
 
      Servizi
 
      Raccolte
 
      Recensioni
 
      Analisi
 
      Disclaimer

   Per tutti
 
  .: Magazine
  .: Editor
  .: Appunti
  .: Gratis
  .: Scripts
  .: Components
 
   Home page

Partner
Comunicati stampa
Proposte di viaggio
Prenotazione hotel
Prenota vacanze
Accessori palmari
Cerca alberghi
Guide turistiche

versione stampabile Mostra una versione adatta per la stampa  

Livello di difficoltà:Livello di difficoltà: alto  
Smil, il cui acronimo significa Synchronized multimedia integration language (linguaggio di integrazione e sincronizzazione per il multimediale) è legato a doppio file con Xml e viene, o meglio, verrà utilizzato per l'integrazione di files multimediali nelle pagine Web.
 

Introduzione a Smil

Guida a Smil
Chiunque abbia mai lavorato con l'Html, si sarà accorto delle debolezze di cui soffre. Il suo punto di forza, l'estrema semplicità, è diventato col tempo il suo tallone d'Achille. Se per esempio pensassimo che non è possibile neanche sommare 1+1, capiremmo la nascita di tutti questi linguaggi che a medio o lungo termine, andranno a sostituire o ad integrare l'Html. Parliamo di Xml e di tutti gruppi di metalinguaggi che porta con sé, come Xsl, Math Ml e, non meno importante, Smil.
Smil, che in inglese si pronuncia smail (esattamente come smile che significa sorriso), è l'acronimo di Synchronized Multimedia Integration Language (linguaggio di integrazione e sincronizzazione per i files multimediali).
Come Html e Xml, Smil è un linguaggio a marcatori (e quindi non può essere definito un vero linguaggio di programmazione). Il suo compito è, o sarebbe meglio dire sarà, l'integrazione nelle pagine Web di suoni, filmati e testi in modo da manipolarli agendo grazie a specifici marcatori.
Più che una splendida realtà quindi, sembra ancora essere una tecnologia poco matura per fare la sua piena apparizione nel Web. I siti Internet che trattano esempi Smil si possono contare sulle dita di una mano mentre quelli che ne sfruttano a pieno le caratteristiche non esistono ancora.
Si può pensare che Smil potrebbe avere successo dopo che Xml, il metalinguaggio di cui fa parte, abbia conquistato per lo meno la metà dei webmasters. Purtroppo neanche Xml sembra riuscire a sfondare nel breve periodo e tutti coloro che sognavano un Web più evanescente entro il 2000, dovranno accontentarsi, se così si può dire, delle tecnologie attualmente più in voga, come Flash, Dhtml o il classico Javascript. Una bella iniezione di Smil, potrebbero apportarla i due browser Microsoft Internet Explorer e Netscape Navigator, implementando nelle loro prossime release, un plug-in ad hoc (per esempio Real Player G2) senza che gli utenti debbano scaricarselo da soli.
Chi invece volesse portarsi avanti con i tempi ed anticipare la concorrenza, avrà molto da faticare perché anche le documentazioni sono difficili da reperire e le uniche che si riescono a trovare, oltre ad essere in inglese, sembrano badare più alla teoria che alla pratica. In conclusione, consigliamo due siti che possono fare da riferimento per i navigatori più smaliziati, quali il sempre presente W3 Consorzium (www.w3.org), che, per chi non lo sapesse, è l'organo formato dalle più importanti società informatiche, tra cui Microsoft e Netscape, incaricato della definizione e standardizzazione dei nuovi linguaggi per Internet. L'altro Web site che consigliamo è Justsmil (www.justsmil.com) membro del famoso Internet.com che sembra aver monopolizzato le tecnologie per il Web publishing.
 

 
 
Home > smil > ...   © 1999-2017 Risorse.net, tutti i diritti riservati