Risorse per webmaster

L A   C O M U N I T À   V I R T U A L E   I T A L I A N A   P E R   W E B   M A S T E R S

 
 
      Tecnologie
      HTML
      CSS
      DHTML
      FLASH
      ASP
      PHP
      JSP
      PERL
      XML
      SMIL
      WIRELESS
      PALMARI
      APACHE
      MYSQL
      PICOSQL
 
      Grafica
 
      Servizi
 
      Raccolte
 
      Recensioni
 
      Analisi
 
      Disclaimer

   Per tutti
 
  .: Magazine
  .: Editor
  .: Appunti
  .: Gratis
  .: Scripts
  .: Components
 
   Home page

Partner
Comunicati stampa
Proposte di viaggio
Prenotazione hotel
Prenota vacanze
Accessori palmari
Cerca alberghi
Guide turistiche

versione stampabile Mostra una versione adatta per la stampa  

Livello di difficoltà:Livello di difficoltà: alto  
Smil, il cui acronimo significa Synchronized multimedia integration language (linguaggio di integrazione e sincronizzazione per il multimediale) è legato a doppio file con Xml e viene, o meglio, verrà utilizzato per l'integrazione di files multimediali nelle pagine Web.
 

La sintassi

Guida a Smil
Un documento Smil, si presenta grosso modo come una comune pagina Html, naturalmente rivisto dal Dtd (il Document Type Definition è paragonabile alla grammatica del linguaggio) di Xml. Al pari del suo progenitore (Html), un file Smil inizia e si conclude con il nome del linguaggio racchiuso dalle solite parentesi angolari:

<smil>
</smil>

Proseguendo nell'analisi di Smil, le somiglianze con l'Html si affinano e vediamo, subito dopo la dicitura del linguaggio, l'<HEAD>, che in una pagina Smil conterrà i metamarcatori indicanti titolo del file, autore, copyright e infine il lay out portante le indicazioni per la disposizione a video delle immagini o dei filmati presenti nella pagina:

<meta name="title" content="Titolo del documento" />

<meta name="author" content="Nome dell'autore" />

<meta name="copyright" content="1997/98/99" />

La / (forward slash) finale, viene ereditata dal Dtd di Xml che prevede la dicitura di tipo <nometag/> per quei marcatori sprovvisti di sintassi di chiusura (per citarne uno, in Html potrebbe essere <BR>).
Come dicevamo prima, nell'head viene disegnato il lay out per la disposizione degli elementi:

<layout>
</layout>

Gli attributi di <layout> sono height e width che ne definiscono rispettivamente l'altezza e la larghezza della finestra in cui appariranno le animazioni multimediali. Ecco quindi come apparirebbe completo il tag:

<layout width=400 height=200>
</layout>

All'interno di questo marcatore, ne inseriremo un altro che indicherà l'area in cui far vedere l'animazione:

<region id />

Questo tag ha una serie di attributi uno più importante dell'altro:

<region id="Channel" - Definisce il tipo di animazione che conterrà. Esse, denominate "Canali", si dividono in: Videochannel per i filmati, Pixchannel per le immagini e Textchannel per il testo.

title="Titolo" - Assegna un titolo al canale.

height="300" - L'altezza della in pixel della regione.

width="300" - La larghezza della in pixel della regione.

left="10" - La distanza in pixel dal margine sinistro della finestra.

top="10" - La distanza in pixel dal margine sinistro della finestra.

z-index="1" - L'indice z indica, nel caso di sovrapposizione di più elementi, gli oggetti con un indice più basso appariranno sotto.

background-color="#000000" - Attribuisce un colore di sfondo alla regione, definito in codice esadecimale, ovvero un cancelletto (#) seguito da 6 cifre.

fit="fill|hidden|meet|scroll|slice" /> - Riprende l'altezza e la larghezza attribuita all'animazione per modificare o meno la visualizzazione dell'oggetto. I vari valori di questo attributo significano:
fill - L'animazione riempe completamente lo spazio assegnatogli.
hidden - Nel caso in cui l'animazione fosse più piccola delle dimensioni dichiarate nel tag <region id /> colma l'errore con un colore invisibile in modo da nascondere la differenza. Contrariamente, se l'elemento fosse più grande, taglia l'animazione partendo dall'angolo inferiore destro.
meet - ridimensiona l'oggetto multimediale rifacendosi alle dimensioni definite nel marcatore <region id /> senza dover tagliarne l'animazione.
scroll - l'elemento apparirà in una finestra dotata di scrollbars nel caso in cui ce ne fosse la necessità.
slice - ridimensiona l'animazione, ma al contrario di meet, taglia l'elemento.


Pagina successiva ->
Clicca per proseguire nella lettura dell'articolo
 

 
 
Home > smil > ...   © 1999-2017 Risorse.net, tutti i diritti riservati