Risorse per webmaster

L A   C O M U N I T À   V I R T U A L E   I T A L I A N A   P E R   W E B   M A S T E R S

 
 
      Tecnologie
      HTML
      CSS
      DHTML
      FLASH
      ASP
      PHP
      JSP
      PERL
      XML
      SMIL
      WIRELESS
      PALMARI
      APACHE
      MYSQL
      PICOSQL
 
      Grafica
 
      Servizi
 
      Raccolte
 
      Recensioni
 
      Analisi
 
      Disclaimer

   Per tutti
 
  .: Magazine
  .: Editor
  .: Appunti
  .: Gratis
  .: Scripts
  .: Components
 
   Home page

Partner
Comunicati stampa
Proposte di viaggio
Prenotazione hotel
Prenota vacanze
Accessori palmari
Cerca alberghi
Guide turistiche

versione stampabile Mostra una versione adatta per la stampa  

Livello di difficoltà:Livello di difficoltà: basso  
L'Xml rappresenta il futuro dell'Html. Al contrario di Html, tale tecnologia è estensibile, perché permette di creare dei linguaggi personalizzati di markup. È nato per venire incontro a quelle esigenze che Html, da solo, non riusciva a risolvere.
 

Xll: eXtensible linking language

eXtensible markup language
Una delle caratteristiche fondamentali che hanno permesso lo sviluppo di Internet ed in particolar modo degli ipertesti è il link.

Attualmente Html implementa solo link di tipo unidirezionale, Sgml non supporta link di markup.

E' in fase di sviluppo un linguaggio, Xll (eXtensible Linking Language), che fornisce ad Xml collegamenti che non sono solo del tipo unidirezionale.

Xll si sviluppa in due direzioni: Xlink e Xpointer.

Xlink (Xml Link Language) consente collegamenti tra più di due risorse, tramite questi link è possibile indicare se la risorsa collegata deve essere inserita in un punto preciso del documento corrente (in Html questo si poteva fare solo con i frame), se deve prendere il posto del documento corrente o se deve essere aperta una nuova finestra. E’ possibile utilizzare link bidirezionali mediante i quali si attivano flussi di informazioni tra due risorse, oppure con un singolo link si può scegliere più di una destinazione (link multiplo); inoltre è possibile che il link sia attivato automaticamente o manualmente (usualmente quando l’utente preme il bottone del mouse sul testo o sull’immagine associata al link).

La bozza del documento del W3C su XLink è consultabile all’indirizzo:
http://www.w3.org/TR/1998/WD-xlink-19980303

XPointer (Xml Pointer Language) permette di collegarsi ad un punto di un documento anche se non è stato referenziato. In Html questo è possibile solo se l’autore del documento ha inserito un ancora (anchor), con XPointer è sempre possibile poiché è semplice localizzare un qualsiasi punto di un documento mediante la struttura dello stesso o riferirsi ad esso a seconda del contesto ad esempio sarà possibile riferirsi al quarto elemento del primo figlio "nome" del documento mediante la seguente notazione:
child(1,nome).child(4,#element)

La versione draft del documento del W3C su XPointer è consultabile all’indirizzo:
http://www.w3.org/TR/1998/WD-xptr-19980303
 

 
 
Home > xml > ...   © 1999-2017 Risorse.net, tutti i diritti riservati